Tutti i comunicati stampa sono accessibili attraverso il «News Service» della Confederazione.

News Service della Confederazione

Ordina i risultati per
Seleziona il periodo

Tutti (1075)

Oggetto 1 – 12 di 1075

Consiglio di sicurezza dell’ONU: sfruttare il potenziale della scienza al servizio della pace e della sicurezza

17.05.2024 — Comunicato stampa EDA
Il 17 maggio 2024 la Svizzera ha organizzato un incontro del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per rafforzare l’interazione tra questo organo e la comunità scientifica. Coinvolgere la scienza nel processo decisionale del Consiglio ha il potenziale di promuovere la fiducia reciproca e di contribuire alla prevenzione dei conflitti. La costruzione di una pace sostenibile è una priorità dell’Esecutivo nell’ambito della partecipazione della Svizzera al Consiglio nel biennio 2023–2024.


Il Consiglio federale intende sbloccare 10 milioni di franchi per gli aiuti di emergenza a Gaza

08.05.2024 — Comunicato stampa EDA
Nella sua seduta dell’8 maggio 2024 il Consiglio federale ha deciso di stanziare 10 milioni di franchi in risposta all’appello umanitario dell’Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l’occupazione dei profughi palestinesi in Medio Oriente (UNRWA). Il contributo è limitato a Gaza e alla copertura dei bisogni urgenti indicati nell’appello umanitario d’emergenza dell’UNRWA (aprile–dicembre 2024). La valutazione complessiva del Consiglio federale si basa sull’analisi del cosiddetto rapporto Colonna e sul coordinamento con altri donatori. Le Commissioni della politica estera delle Camere federali saranno consultate in merito a questa decisione.


Un’istituzione indipendente delle Nazioni Unite a Ginevra per chiarire il destino delle persone scomparse in Siria

25.04.2024 — Comunicato stampa EDA
Il 24 aprile 2024 l’Assemblea generale dell’ONU ha deciso di finanziare un’istituzione indipendente con sede a Ginevra che si occuperà della ricerca delle persone scomparse in Siria. Con la sua politica di pace la Svizzera si impegna attivamente per chiarire il destino di persone incarcerate e scomparse e in questo modo dà un importante contributo all’analisi del passato, fondamentale per il successo di un processo di pace – anche in Siria. La Svizzera accoglie quindi con favore la decisione della comunità internazionale, che permetterà a questa istituzione di iniziare il suo lavoro nel 2024.


Richiesta di adesione a pieno titolo della Palestina alle Nazioni Unite

18.04.2024 — Comunicato stampa EDA
A causa del veto posto dagli Stati Uniti al Consiglio di sicurezza il 18 aprile, la richiesta della Palestina di aderire a pieno titolo all’ONU non è stata sottoposta all’Assemblea generale. La Svizzera ha scelto di astenersi al momento della votazione. Dopo aver effettuato una valutazione complessiva e aver consultato i presidenti delle commissioni della politica estera delle Camere federali, il Consiglio federale è giunto alla conclusione che in questo momento accogliere la Palestina come membro a pieno titolo dell’ONU non avrebbe favorito un allentamento delle tensioni e gli sforzi per giungere alla pace in Medio Oriente. La Svizzera continua a impegnarsi per la soluzione a due Stati.



Trattato sulla proibizione delle armi nucleari: il Consiglio federale non intende cambiare rotta al momento

27.03.2024 — Comunicato stampa EDA
Sulla base di una nuova valutazione globale, il Consiglio federale ha deciso nella riunione del 27 marzo 2024, che nella situazione attuale non è necessario un riposizionamento rispetto al Trattato sulla proibizione delle armi nucleari (TPNW), entrato in vigore nel 2021. Si allinea pertanto alla sua valutazione del 2018 e del 2019 e rinuncia ad aderirvi. Questa decisione è motivata, oltre che dalle analisi effettuate in precedenza, dalle considerazioni relative agli sviluppi della politica di sicurezza in Europa e nel mondo. Il Consiglio federale ritiene che la Svizzera possa contribuire in modo più significativo a un mondo senza armi nucleari nel quadro del Trattato di non proliferazione nucleare (TNP).


Viaggio del consigliere federale Ignazio Cassis nell’Africa orientale: relazioni bilaterali e sicurezza regionale al centro dei colloqui

21.03.2024 — Comunicato stampa EDA
Con la visita a Nairobi, capitale del Kenia, oggi si è concluso ufficialmente il viaggio di alcuni giorni del consigliere federale Ignazio Cassis nell’Africa orientale. In precedenza il capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) aveva fatto tappa in Etiopia e Gibuti. I colloqui tra Ignazio Cassis e i presidenti e i ministri degli esteri dei tre Paesi si sono concentrati sulle relazioni bilaterali, sulle sfide e sulle opportunità regionali come pure sul multilateralismo. Il viaggio ha fornito anche un contributo importante ai fini della nuova Strategia Africa subsahariana, attualmente in fase di elaborazione.


Giornata internazionale della donna: la presidente della Confederazione Viola Amherd si reca a New York per l’incontro di alto livello della Commissione sulla condizione delle donne

08.03.2024 — Comunicato stampa EDA
Nei prossimi giorni la presidente della Confederazione Viola Amherd rappresenterà la Svizzera alla 68a sessione della Commissione delle Nazioni Unite sulla condizione delle donne (Commission on the Status of Women, CSW) a New York. La CSW è l’organo intergovernativo più importante esclusivamente dedicato alla parità dei sessi e ai diritti delle donne. Quest’anno il dibatto si incentrerà sulla lotta alla povertà e su una politica finanziaria orientata alla parità di genere.


Il consigliere federale Ignazio Cassis parteciperà all’Antalya Diplomacy Forum in Turchia

29.02.2024 — Comunicato stampa EDA
Il consigliere federale Ignazio Cassis rappresenterà la Svizzera all’Antalya Diplomacy Forum, che si terrà nella capitale turca dal 1° al 3 marzo. La terza edizione del forum, intitolata «Advancing Diplomacy in Times of Turmoil», verterà sulla promozione della diplomazia in periodi turbolenti. Durante il forum, a cui parteciperanno anche capi di Stato e di Governo, il consigliere federale prenderà parte a una tavola rotonda sull’architettura di sicurezza europea. Inoltre, utilizzerà questa piattaforma di dialogo per condurre vari colloqui sui presupposti necessari per avviare un processo di pace in Ucraina.


Ignazio Cassis riceve il suo omologo ivoriano per una visita di cortesia a Berna

28.02.2024 — Comunicato stampa EDA
Il consigliere federale Ignazio Cassis ha incontrato il ministro degli affari esteri, dell’integrazione africana e degli Ivoriani all’estero, Kacou Houadja Léon Adom, nel quadro di una visita di cortesia a Berna il 28 febbraio. I colloqui si sono concentrati sulle relazioni bilaterali, sulla sicurezza e la stabilità nel Sahel e nel Golfo di Guinea e sulla cooperazione multilaterale tra i due Paesi.


La Svizzera condanna l’uso di armi chimiche in Siria

26.02.2024 — Comunicato stampa EDA
La Svizzera prende atto del quarto rapporto della commissione d’inchiesta dell’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPAC), che ha indagato sulla responsabilità dell’utilizzo di armi chimiche il 1° settembre 2015 nella città siriana di Marea. La Svizzera condanna con fermezza l’impiego di queste armi e chiede che tutte le parti in conflitto in Siria si astengano dal farvi ricorso e rispettino le norme del diritto internazionale umanitario. I responsabili di crimini internazionali in Siria devono essere chiamati a rispondere di questi gravi fatti.


Secondo anno di guerra in Ucraina: Ignazio Cassis nella sede dell’ONU a New York

20.02.2024 — Comunicato stampa EDA
Il consigliere federale Ignazio Cassis interverrà alle Nazioni Unite a New York il 22 e 23 febbraio 2024 allo scoccare dei due anni dall’inizio della guerra in Ucraina. Il capo del DFAE parteciperà ai dibattiti del Consiglio di sicurezza e dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite sulla situazione in Ucraina come pure a un evento collaterale incentrato sullo sminamento umanitario. Sono previsti anche diversi incontri bilaterali.

Oggetto 1 – 12 di 1075

Comunicati stampa (1021)

Notizie (54)

Ultima modifica 19.07.2023

Contatto

Comunicazione DFAE

Palazzo federale Ovest
3003 Berna

Telefono (solo per i media):
+41 58 460 55 55

Telefono (per tutte le altre richieste):
+41 58 462 31 53

Inizio pagina